Contatore per sito

Diedolo Stefania - Circumnavigarte Associazione Culturale

Desenzano del Garda
Vai ai contenuti

Menu principale:

Artisti
Stefania Diedolo è specialista di finanza della Regione Lombardia per il Gruppo Bancario Intesasanpaolo. Blogger da oltre un decennio, il suo ultimo sito letterario www.signorasinasce.wordpress.com conta in meno di un anno oltre centomila visite e migliaia di followers. Nel 2007 ha pubblicato il suo primo romanzo dal titolo ioAmo, attualmente presente sul mercato in seconda edizione edito da Inkwell Edizioni. Nel 2013 pubblica sempre con Inkwell il thriller psicologico Bocca di Lupa. Progetti in corso: in lavorazione il romanzo Memorie di una donna con il quale la Diedolo chiuderà la delicata trilogia dedicata alla tematica degli “amori socialmente discutibili” e la traduzione in inglese dei tre volumi per il mercato estero.
 
Io Amo

“Vorrei tornare su quella spiaggia. Le stelle mi dicevano: baciala… è l’amore. Baciala, è te che desidera. Baciala e nel bacio languido muori d’amore”.
 

Enea ed Andrea, ma soprattutto l’Amore, sono al centro del romanzo d’esordio della scrittrice cremasca Stefania Diedolo. Una storia di passione travolgente e assoluta, che annuncia la sua natura sin dal titolo: “io Amo”.
 
Non a caso il soggetto cede il posto al verbo nell’uso della lettera maiuscola. Perché questo è un amore che osa dire il suo nome e che, anzi, di sé afferma orgogliosamente: ”Una scelta omosessuale non è una scelta contro natura, ma una scelta contro cultura”, , questa frase chiaramente provocatoria dell’autrice ci obbliga ad una riflessione sul valore dei sentimenti e sul razzismo di una cultura che ancora oggi fa dell’intolleranza il proprio credo.
 
È una storia tra donne quella narrata, in cui si viene immersi senza troppi preamboli e che, con altrettanta immediatezza, deve fare i conti con la quotidianità dell’intolleranza e dell’omofobia. E’ una storia d’amore intensa e dolorosa quell ache ha come protagomiste Enea e Andrea, narrata in modo diretto, senza barriere o limiti culturali. Una passione inattesa, la loro, che vi porterà a vivere in prima persona il senso dell’Amore, ma anche il profondo dolore di chi è ancora considerato un diverso.
 
Un racconto che si srotola velocemente nel suo cammino, intriso di desiderio, di emozioni e di lacrime. Un romanzo ben radicato nell’attualità. Un’opera prima di una autrice che sa cogliere gli aspetti dell’amore e della vita a 360
Bocca di Lupa

Stupendo: un giallo? un libro d’amore? poesia del vivere?
Può sembrare difficile dare una precisa identità a quest’opera: in realtà potremmo dire che “Bocca di lupa” è un giallo psicologico molto articolato che narra anche dell’amore! L’autrice è riuscita a cospargerlo di tanti e diversi tipi d’amore, tutti intensi e appassionati, quello di Enea e Andrea, quello di Anna e Pietro, quello per alcuni luoghi significativi per l’autrice come l’isola di Montisola, la città di Crema e alcune zone della Sicilia.
Per ogni descrizione sia del paesaggio che dei sentimenti l’autrice utilizza metafore e varie altre forme poetiche che le rendono impalpabili, leggere, nuove, misteriose.
La storia ha un intreccio alquanto complesso, su vari livelli, ma non si perde mail il filo sia per il diverso carattere di stampa utilizzato ogni volta che per la perfetta suddivisione in capitoli.
E come in ogni giallo che si rispetti il colpo di scena arriva solo alla fine ed è inimmaginabile.
Il romanzo ambientato sul lago d'Iseo, nella bellissima isola di Montisola, tra le vie di Crema, ridente cittadina lombarda e sulle rive dello splendido mare siciliano. In un crescendo di suspense e di colpi di scena, con uno sguardo introspettivo l'autrice trasfigura la storia di due coppie in un ritratto della società contemporanea. Tra sentimenti struggenti e peccati mortali, in "Bocca di Lupa" vengono narrati i fatti che porteranno il lettore a vivere, in prima persona, una saga famigliare lunga e dolorosa dove i misteri ed i segreti di tutta una vita verranno svelati solo nel finale grazie alla forza dell'amore ed alla consapevolezza che la realtà, guardata fissamente, è insopportabile.
Pubblicato 11/12/2016
Scade 30/04/2017
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu